The Kolors, Los Angeles è il nuovo singolo!

| | ,

Sembra che lo scorso 4 ottobre sia stato il nuovo giorno del Ringraziamento. Eh sì, perfetto per essere grati, tutto merito del nuovo singolo dei The Kolors, del nuovo album di Renato Zero, del nuovo singolo di Marco Mengoni, e del ritorno ritorno di Mika.

Ci hanno tenuto compagnia tutta l’estate grazie al tormentone “Pensare Male”, nato in collaborazione con Elodie, e poi con il tour che ha toccato tutta la penisola. Anche per i The Kolors il 2019 è stato un anno ricco di musica e di soddisfazioni.

Dopo il successo riscosso con Pensare Male, che è diventata una delle colonne sonore dell’estate appena conclusa, ecco che la sperimentazione musicale continua in italiano. Eh sì perché loro sono italiani, anzi napoletani, questo è vero, ma hanno un sapore internazionale anche grazie a tutte le hit sfornate finora, in inglese. E in America ci hanno lasciato una parte di loro. Forse è anche per questo che il nuovo singolo si chiama Los Angeles. Un omaggio al Paese che ha contribuito alla loro crescita musicale.

Los Angeles è il duetto che non ti aspetti: un importante contributo alla canzone infatti è merito della partecipazione di Guè Pequeno che a primo impatto può non sembrare la scelta migliore. Invece la sua voce e quella di Stash entrano armonicamente in sintonia, dando vita ad un connubio perfetto.

Ma anche nel nuovo singolo troviamo una delle caratteristiche principali della band: l’influenza degli anni ’80. In modo particolare, le prime note ricordano molto “Private Eyes” di Darys Hall e John Oates. Compaiono nelle scalette dei loro tour, nelle cover realizzate durante il periodo di Amici, nel repertorio musicale di Stash… e le tipiche melodie di quell’epoca le ritroviamo anche in quello che sono sicura sarà l’ennesimo successo.

Proprio in questi giorni i The Kolors sono stati i protagonisti con il tour autunnale nei club delle principali città italiane. Un vero e proprio ritorno alle origini.

Tamara Santoro
Previous

The Circle – realtà o fantasia?

Che fine ha fatto il punk? Ce lo ricordano Zerocalcare e gli abitanti di Kobane, vera culla di questo movimento

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial