Slot e videogiochi, così diversi così vicini

| |

Il mondo del gaming è il settore che ha fatto registrare la parabola di crescita più interessante durante gli ultimi due anni, quelli ovvero segnati dalla pandemia e dai lockdown. Se un trend di aumento, in relazione a utenti e appassionati, c’era già prima del 2020, quello che si è registrato in concomitanza alle chiusure è infatti fuori dai parametri tradizionali.

Una crescita incredibile, vertiginosa, stabile anche adesso che la vita sembra essere tornata alla normalità. E protagonista è il gioco, nelle sue due varianti: il gaming e il gambling, videogame da un lato e azzardo dall’altro. Mondi che appaiono diversi e lontani ma che invece hanno molte cose in comune. Perché gli elementi che si celano dietro ogni loro successo e dietro ogni loro prodotto sono infatti gli stessi.

Lo ha spiegato con precisione Renata Banyar, CMO di Betsoft, software house specializzata nella creazione di slot machine online di qualità e innovative.

“Ogni elemento dovrebbe essere considerato seriamente quando si valuta il potenziale successo di un gioco – ha spiegato in questa intervista su Giochi di Slots – Narrativa coinvolgente, forte impatto visivo attraverso la grafica e il colore, funzioni di ricompensa come giri gratuiti e moltiplicatori, progressione sequenziale nel gioco ma con una caratteristica casuale”.

Ecco, un elemento fondamentale che mette in relazione gambling e gaming è proprio quello dello storytelling, ovvero la trama che è alla base della storia. Perché un gioco o una slot non sono mai semplici discorsi lineari, con premi in palio o livelli da superare. Serve infatti articolazione e vicende, servono ostacoli e prove, serve il sale per la vicenda.

La chiave di forza della Betsoft, ad esempio, è quello di creare uno sfondo e un contesto anche per i propri prodotti per casinò online. La slot A Night in Paris, ad esempio, è ambientata nei pressi del Louvre, nel cuore di Parigi, il protagonista è un ladro francese disegnato in maniera ironica e divertente, mentre i suoi antagonisti sono poliziotti muscolosi e cani dal fiuto unico.

Betsoft è conosciuto per le sue narrazioni spensierate su molti temi e generi. Ad esempio, le versioni divertentissime includono gli esclusivi progression games Take the Bank e Take Santa’s Shop: entrambi hanno come protagonisti ladri in stile cartone animato che inseguono il sogno di diventare ricchi. Le storie si sviluppano man mano che il giocatore attiva più funzionalità”.

Lo storytelling, insomma, è l’arte del presente. Capace di aggiungere sale a un videogame oppure a una slot machine.

Previous

Patti Smith live al Teatro Scavi di Pompei [Photogallery]

Carmen Consoli live al MaCo Fest di Paestum [Photogallery]

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial