Playlist di Settembre, 10 canzoni per Shockwave

| | ,

Settembre ha da sempre quel profumo malinconico di fine estate, del tramonto anticipato, di quello che è stato o doveva essere. Il primo dei quattro “bre” marchiati nel nostro calendario, segno di un nuovo inizio e spesso di nuovi progetti, come Shockwave Magazine.

Perché Settembre non è solo uno dei dodici mesi dell’anno, ma è uno stato d’animo. E’ quella parte di noi mascherata da maggio ad agosto e che esce fuori per farci rivivere e custodire ricordi e luoghi come “segno di un’estate che vorrei potesse non finire mai”. E’ il vero mese di inizio anno, è il mese della scuola, delle diete, della vendemmia, del campionato, dei “lo rimando a settembre”.
La redazione di Shockwave Magazine ha deciso quindi di mettere insieme una Playlist di Settembre, ovvero 10 brani che, in un modo o nell’altro, ci ricordano il nono mese dell’anno.

Shockwave – Liam Gallagher

Shockwave: “Preparati mondo, sta per darti una notizia sconcertante. Sta arrivando come un’onda d’urto”.
Settembre è il mese in cui questo progetto è nato, come un’onda d’urto si è smosso dentro di noi e ha scatenato una rivoluzione. Shockwave è una rivoluzione, le mine sono le canzoni e l’esplosivo ha la forma dell’arte a tutto tondo.

Green Day – Wake me up when september ends

Perché l’estate finisce e non è mai abbastanza, perché settembre è un po’ il nuovo gennaio, pieno di buoni propositi che spesso non riusciamo mai a realizzare.

Sabaton – 40:1

1 Settembre 1939, con l’invasione della Polonia da parte dell’esercito tedesco comincia la Seconda Guerra Mondiale. L’otto Settembre, l’esercito polacco si ritroverà a difendere Varsavia dall’attacco tedesco, e i soldati polacchi, nettamente inferiori alla Wehrmacht cercherà, senza alcun successo, di resistere a quest’ultima.

Adele – Rumour has it

La malinconia autunnale è propria di Adele, ed è propria di “21”.
Tuttavia, nascosta tra un inizio che, paradossalmente, ricorda la conclusione della stagione dove è la solarità a farla da padrone, e il resto dell’album che rispecchia pienamente la scelta, in copertina, delle tonalità melanconiche per antonomasia, ovvero il bianco e il nero, ecco: nascosta in questo turbine di emozioni, si cela Rumour has it, entusiastica, giocosa e spensierata, come solo Settembre sa essere. Ideale per accompagnare i risvegli del mese e renderli meno traumatici, nonostante la fine dell’estate.

Malika Ayane – Ricomincio da qui

Settembre è il mese in tutto ricomincia: i bambini tornano a scuola, si concludono le ferie e riparte la routine lavorativa. È come se fosse per noi un capodanno inconscio, in cui si parte con i buoni propositi: “Mi iscriverò in palestra”, “Studierò volta per volta”, “Terrò sempre in ordine la mia camera”. Questo è quello che mi viene in mente ascoltando Ricomincio da qui di Malika, un brano leggero e armonioso, che augura a chiunque la ascolti un nuovo inizio da favola, che porti con sé soltanto sorprese positive.

Nick Drake – Saturday Sun

Saturday Sun è la delicata ballata pianistica che chiude il primo album di Nick Drake, Five Leaves Left, che il 1° settembre ha compiuto cinquant’anni. Il pezzo è permeato dalla tipica, sottile malinconia del cantautore inglese ed è una metafora della giovinezza: il sorprendente sole del sabato che presto svanisce, facendo spazio alla “pioggia della domenica”.

Folkstone – Le voci della sera

A settembre le sere si fanno precoci, c’è l’odore del mostro, tornano le nottate fredde scaldate dal novello e il gioioso chiacchierare estivo si fa meno distratto.

Malika Ayane – Come foglie

Complice la sua forte e importante presenza ad X Factor, settembre mi fa venire in mente questa canzone.Una canzone che parla di estate che sta arrivando e di inverno che va via. Settembre è l’inizio di tutto, ripartono le attività, i lavori, le scuole, è l’inizio di un “nuovo anno” in tutti i sensi, è il momento dei bilanci, della nostalgia, della consapevolezza di essere stati illusi da una stagione che ci ha scaldati con il sole ma che è fuggita via. Ora ci sentiamo come foglie e facciamo silenzio, facciamo spazio a quello che verrà… lasciamoci trasportare dalla poesia di Giuliano Sangiorgi e dalla calda voce di Malika che ci dona quella giusta malinconia della stagione autunnale.

Leprouse – Alleviate

Fresca, nuova, atipica e carismatica. Alleviate, uno dei singoli di lancio del nuovo album Pitfall, è un pezzo inaspettato, diverso da quanto la band ha mostrato nella sua carriera ma non del tutto alieno o estraneo. Colorato, estremamente pop ed energetico, è il brano perfetto per ingranare al meglio l’autunno in arrivo.

Thegiornalisti – Fine dell’estate

“Via, via questo settembre…”, canta Tommaso Paradiso in uno dei brani più significativi della sua orai ex band Thegiornalisti. Fine dell’estate rappresenta appieno lo stato d’animo malinconico di questo mese, caratterizzato dal ritorno alla routine quotidiana (la mia malinconia è tutta colpa tua!).

Isabella Insolia
Previous

29 SETTEMBRE: ripercorriamo la storia del capolavoro del duo Lucio Battisti/Mogol

Extreme Power Metal, Dragonforce: recensione

Next

2 commenti su “Playlist di Settembre, 10 canzoni per Shockwave”

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial