Sanremo 2022, Ditonellapiaga e Donatella Rettore: “Sarà un Festival spudorato. Vaccinatevi per la libertà”

| | ,

Noi di Shockwave Magazine abbiamo seguito la conferenza stampa di Donatella Rettore e Ditonellapiaga che hanno presentato il loro brano al Festival di Sanremo 2022. 

Nella conferenza stampa, Donatella Rettore ha ammesso che lei e Margherita Carducci, in arte Ditonellapiaga, saranno “spudorate”, per poi correggersi dicendo che tutto il Festival di Sanremo 2022 sarà spudorato, visto gli artisti in gara. Il direttore d’orchestra di Chimica sarà Fabio Gurian che le accompagnerà per tutte e cinque le serate. 

La Rettore ha poi parlato del riferimento della frase nel testo della canzone alle suore. Dove ha raccontato che è cresciuta in maniera severa, “sono stata presa a calci in c**o”, ma poi ha detto che ha ancora imparato tanto da loro e dagli insegnamenti impartiti. 

Poi ha riferito che la cover (che non hanno rivelato il titolo e non saranno accompagnate da un ospite “ci accompagnano a vicenda”) può essere un’antesignana di Chimica, tuttavia ci dobbiamo aspettare delle sonorità rock ed elettroniche, il tutto in chiave molto moderna. 

“Il brano serve soprattutto ai giovani. Perché i giovani hanno perso due anni della loro vita e noi vogliamo restituirglieli, a modo nostro. Noi vogliamo portare un po’ di libertà e divertimento”. – ha detto la Rettore, per poi dare un messaggio ai NoVax: “Per prima di tutto vaccinatevi, soprattutto voi NoVax, non possiamo rimanere rinchiusi per colpa vostra che dovete andare a manifestare, abbiate rispetto e pietà di noi”.

Per quanto riguarda l’Eurovision Song Contest, hanno ammesso che rappresentare l’Italia sarebbe un sogno, “una figata pazzesca”, ha detto la Carducci. “Però non ci pensiamo perché sennò porta sfortuna”. 

Inoltre si è parlato anche della questione femminile, dove la Rettore ha detto che le donne sono sempre in difficoltà, “ma dobbiamo andare avanti e buttare già questi muri, vogliamo la parità di genere”.

Sul tema ha proseguito anche Margherita ammettendo che “Donatella è stata un’apripista per le donne. Io vengo da una generazione dove siamo più fortunate, ma il bello è che stiamo lottando tutte insieme e non ci facciamo la guerra tra noi per prendere quel posto. Arriveremo al punto in cui non ci verrà detto ‘come ti senti ad essere una cantautrice donna?’, ma solo a definirci come ‘cantautrice’”. 

“Se non vinciamo noi a Sanremo 2022, spero che vinca La Rappresentante di lista, sono un gruppo esplosivo ed hanno una canzone bellissima. Poi Veronica ha una voce bellissima”, ha rivelato la Rettore. Di certo non vediamo l’ora di vederle sul palco dell’Ariston.

Isabella Insolia
Previous

Bridgerton – Su Netflix dal 25 marzo

Sanremo 2022, le cover e i duetti degli artisti in gara

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial