Addio a Pau Donés, leader degli Jarabe de Palo

| |

Aveva 53 anni Pau Donés, cantante del gruppo spagnolo Jarabe de Palo. Se n’è andato a casa sua, in seguito alle complicazioni di un cancro che lo aveva colpito nel 2015.

Un’icona generazionale. Questo era – ed è – Pau Donés. Quel “depende” cantato a squarciagola è diventato parte del nostro lessico quotidiano. Un lascito come pochi artisti sanno fare. Una delle voci spagnole più iconiche degli anni Novanta e Duemila. Capace di rendere grande gli Jarabe de Palo.

A confermare la notizia della morte è stata la famiglia con un comunicato. Questa ha ringraziato gli ospedali in cui è stato curato e ha chiesto “la massima privacy in questi tempi difficili”.

La carriera di Pau Donés

Nato nel 1966 a Montanuy, Pau Donés è cresciuto a Barcellona. Leader del gruppo musicale Jarabe de Palo, si avvicinò alla musica da giovanissimo. A 12 anni ebbe la sua prima chitarra e comprò i suoi primi dischi, tra tutti quelli dei Beatles e di Bob Marley. Tre anni dopo, a soli 15 anni, con l’aiuto del fratello forma il suo primo gruppo: gli J. & Co. Band e poi Dentaduras Postizas.

Grazie a dei lavori per un’agenzia pubblicitaria, riesce a comprare i primi strumenti musicali e ad incidere le sue prime canzoni. Così riesce a formare gli Jarabe de Palo. E’ a fine anni ’90 che questi iniziano a farsi conoscere e a fare successo. La sua prima canzone, La flaca, diventa famosa grazie a uno spot pubblicitario del 1997.

Negli anni ha collaborato con diversi artisti italiani. Nel 2009 duetta con i Nomadi nel brano Lo specchio ti riflette. Nel 2010, in occasione della quarta serata del Festival di Sanremo 2010, ha duettato con Fabrizio Moro cantando Non è una canzone. Nel 2012 collabora con i Modà, nel brano Come un pittore. Nel 2013 collabora nuovamente con il gruppo italiano a una nuova versione di Dove è sempre sole.

Insieme a Pau Donés se n’è andata una parte della mia – nostra – adolescenza.

Isabella Insolia
Previous

Colapesce, Dimartino: I Mortali – [Recensione]

Natalie Portman e il destino della Regina di Naboo

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial