Le canzoni d’amore dei Beatles

| | ,

Love. Le canzoni d’Amore dei Beatles è il libro di Michelangelo Iossa sulla poetica amorosa beatlesiana. Sei capitoli di musica e amore.

All you need is love Love, love, love There’s nothing you can do that can’t be done                                            

Le canzoni d'amore dei Beatles 1
Love. Le canzoni d’Amore dei Beatles, Michelangelo Iossa (grauseditore).

È ormai tra le citazioni più famose di tutti i tempi. Questo amore che nel mondo della musica ottiene sempre più presenze, con tutti i suoi cambiamenti, i suoi modi diversi di essere vissuto o trovato o sentito, è, nella storia della musica, protagonista indiscusso dei Beatles, delle loro canzoni d’amore.

Betlemania

Eletti da Steve Jobs a modello di business, utilizzati dalla NASA come colonna sonora delle sue missioni, paragonati da Allen Ginsberg a quattro evangelisti illuminati, i Beatles hanno scritto e cantato una lunga storia d’amore con il mondo. Sono quelle canzoni che oggi ci fanno sorridere e che suscitano nostalgia, una malinconia velata per i tempi andati o per quelli che non sono stati. Michelangelo Iossa ha recentemente approfondito questo tema nel suo ultimo libro “Love. Le canzoni d’Amore dei Beatles”, edito da grauseditore (pp.315, euro15). http://www.grauseditore.it/nv/dettLibro.asp?Id=609

Le canzoni d'amore dei Beatles 2
John Lennon, Ringo Starr, Paul McCartney e George Harrison. (AP Photo)

Love. Le canzoni d’amore dei Beatles di Michelangelo Iossa

Iossa, uno dei maggiori studiosi italiani del fenomeno-Beatles, fa notare quanto i Beatles abbiano cantato l’Amore perlustrandone le profondità con una disinvoltura a tratti estraniante e allo stesso tempo così semplice. Il suo libro si divide in 6 capitoli, ciascuno porta il titolo di una canzone accompagnato da una parola, dal primo “Innamoramento- Love Me Do” a quello finale di “Amore universale- All You Need Is Love”.

Il libro

Si apre proprio con Love Me Do. Love è la prima parola del primo singolo del quartetto inglese che venne pubblicato nell’ottobre del 1962, inaugurando la carriera discografica del quartetto di Liverpool. L’autore affronta i testi delle canzoni senza limitarsi alla traduzione, li spiega, li inserisce nel contesto storico cui appartengono, li studia con minuzia per poter regalare al loro pubblico nuovi dettagli o particolari della loro storia.

Love, love me do You know I love you                                           I’ll always be true                                                                                  So please, love me do, love me do

Love me do, Beatles

Forse non ci siamo mai soffermati abbastanza sul tema dell’amore nelle canzoni dei Beatles, questo amore che oggi sembra essere sempre troppo cantato, non si parla di altro, è diventato quasi una banalità nella musica contemporanea, era un amore cantato in maniera tanto semplice dal quartetto da non farne mai pesare il significato.

Lennon e Yoko Ono

Love is old, love is new                            Love is all, love is you

Because, Beatles
Le canzoni d'amore dei Beatles 3
Yoko Ono e John Lennon

Sono le parole della canzone Because, che fa parte dell’ultimo capitolo del libro e, ricorda l’autore, è l’ultimo brano registrato dai quattro Beatles al completo, un brano palesemente lennoniano, “è permeato quasi da una visione filosofica in cui amore ed universo diventano aspetti inseparabili di un’unica realtà”. McCartney al riguardo non ha esitato a scommettere sulla partecipazione di Yoko Ono nella stesura del testo: “il modo di scrivere è alquanto suo: ricorrono vento, cielo e terra”.

Ogni giorno è il giorno giusto per ascoltare le canzoni dei Beatles, oggi può essere un modo originale per celebrarne l’amore, senza risultare banali. Anche perché tutti meritiamo una canzone d’amore così.

And in the end the love you take                      Is equal to the love you make                                                                     

E alla fine l’amore che prendi  è uguale all’amore che fai.

The end, Beatles

Giusy Esposito

Giusy Esposito
Previous

Sanremo 2020, la scaletta della quarta serata

Francesco Gabbani, un sovranista a Sanremo 2020 o un italiano nel cosmo?

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial