Scrubs: Medici ai Primi Ferri su Amazon Prime [Recensione]

| | ,

“Scrubs- Medici ai primi ferri”creata da Bill Lawrence e andata in onda dal 2001 al 2010, è disponibile in streaming su Amazon Prime Video Italia.

Scrubs racconta le vicende del giovane medico John Dorian, conosciuto da tutti come J.D., e interpretato da Zach Braff, nel suo percorso di specializzazione all’interno dell’ospedale Sacro Cuore ed proprio J.D. la voce narrante, molto spesso fuori campo, delle prime otto stagioni. Nella
maggior parte dei casi gli episodi sono raccontati dalla prospettiva del protagonista:“Il
mio primo giorno”, “Il mio super ego”, “Il mio Gesù personale”, mentre alcuni sono
raccontati da altri personaggi come l’episodio 15 della seconda stagione intitolato “La sua
storia”.

scrubs amazon prime recensione

Il titolo della serie, tramite un gioco di parole, ci introduce nelle tematiche
centrali della sitcom: i termini scrubs e to scrub infatti indicano sia il camice indossato
dai medici sia una persona di poco conto, un principiante o un “pivello”. Il protagonista,
infatti, è un medico sui generis che affronta la malattia e la morte in modo del tutto
inaspettato e a volte inadatto al suo ruolo, ma forse proprio per questa sua caratteristica
lo spettatore riesce facilmente ad immedesimarsi in lui. In maniera del tutto surreale
durante la prima stagione J.D. viene consolato da una paziente in fin di vita, perché non
riesce ad accettare che questa morirà. Scrubs non è un classico medical drama, dove
melodramma ed eccesso emotivo sono dietro l’angolo, ma piuttosto una sitcom
esilarante caratterizzata dalla particolarità e dalla fantasia del suo stesso protagonista,
caratteristiche che spesso entrano in contrasto con l’ambientazione ospedaliera.

In modo leggero Scrubs affronta tematiche importanti come la morte, l’amicizia, il lavoro e
l’amore, facendo ridere e piangere il pubblico. Nonostante la serie punti molto sui rapporti umani e interpersonali lo fa in chiave ironica e umoristica, ribaltando completamente la dialettica melodrammatica, e raccontando litigi e problematiche quotidiane del protagonista e del suo gruppo di colleghi, ma soprattutto amici: Turk (Donald Faison), Carla (Judy Reyes) e Elliot (Sarah Chalke). Un cult che non passerà mai di moda perché riesce a far sorridere con semplicità raccontando le difficoltà quotidiane di tutti i giovani “pivelli”.

Claudia Mustillo

Giulia Della Pelle
Previous

Nuovo album per Grido, Diamanti e Fango

Babylon: Brad Pitt ed Emma Stone nel nuovo film di Damien Chazelle

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial