Achille Lauro live al Rock In Roma – Live report

| |

12 luglio 2022 – Al Rock in Roma è la volta di Achille Lauro, il quale si è esibito davanti a 20 mila persone

Senza tanti preamboli, in uno scuro backdrop, Achille Lauro fa la sua entrata sul palco tenendosi dietro e  lasciando la scena principale alla band; l’artista si presenta con un look in pelle e collane dark anni 90  cominciando lo show con Delinquente, Generazione X per poi proseguire con gli altri brani.

La scenografia tra fuoco, fumo, fuochi d’artificio e coriandoli riesce subito a scaldare il pubblico cosa che  Lauro, nella prima parte del concerto, non sembra prendersi cura del suo pubblico se non con un generico “Come va Roma”. Per i primi dieci brani questa interazione tra artista e pubblico è venuta a mancare; ma forse anche perché Achille Lauro si è lasciato ammirare dagli spettatori come un dio greco? Il personaggio funziona e questo è innegabile ma live avrei voluto vedere più un animale da palcoscenico.

Di certo non sono mancate sorprese, infatti sul palco arrivano Gemitaiz duettando con Achille Lauro su Bonnie & Clyde, Ulalala e Thoiry e Coez su Scelgo le stelle.
La band che accompagna Achille Lauro per tutto il live è impeccabile ma anche qui sembra mancare una vera e propria sintonia, sarà che siamo stati abituati al rapporto fraterno con Boss Doms?
Con un cambio di look inizia la seconda parte del concerto, in più sul palco viene ad aggiungersi l’orchestra Magna Grecia, diretta dal maestro Piero Romano che con Bam Bam Twist danno al via a uno spettacolo davvero emozionante portando quel quid in più al sound.

Si continua con i pezzi più celebri come 1969, Marilù, Latte+ e Penelope, fino a quando non è stata la volta di Rolls Royce che ha visto la partecipazione di Boss Doms. I due artisti si sono lasciati andare in un bacio passionale: “Ti amo Edo” così ha esordito Lauro. Ed era tutto ciò che il pubblico stava aspettando: vedere di nuovo insieme Lauro De Marinis e Edoardo Manozzi.
Chiuso il sipario dei “due fratelli ritrovati” è giunto il momento dell’ultimo encore con Scusa e C’est la vie.

Sicuramente un ottimo live ma le aspettative che si avevano erano alte e l’Achille Lauro che siamo abituati a vedere in tv, con la sua faccia tosta, con la sua verve non sono uscite fuori durante questa performance.

Beatrice Sacco
Latest posts by Beatrice Sacco (see all)
Previous

Altea: “Napoli è ovunque, è essenza!”[Intervista]

Tu suono di tutte le cose, il nuovo singolo di SILLABA.

Next

1 commento su “Achille Lauro live al Rock In Roma – Live report”

I commenti sono chiusi.

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial