John Dallas, Love & Glory: recensione.

| |

Love & Glory è l’ultimo album di John Dallas, uscito nel settembre 2021 per Burning Mind Music Group.

L’onda lunghissima creata della rock of ages è arrivata fino ai giorni nostri e, molto probabilmente, ci vorrà ancora molto tempo prima di sfumare. E ben vengano artisti come John Dallas, già forte di una prima release decisamente corposa, che bissa con un dischetto frizzante ed elettrizzante. ‘Love & Glory’ ereditata di quei sapori, umori e colori, che hanno reso magici i dischi dei Danger Danger, Extreme, Warrant, Slaughter, Firehouse e Tyketto: i paragoni sono probanti ma John Dallas ha carpito fino al midollo quello spirito ma, soprattutto, quell’attitudine bastarda del rock’n’roll più viscerale e scopereccio. Coadiuvato da un team di lavoro competente ed affiatato (gustosissimi i lick sparati dalla sei corde), Dallas si erge a condottiero di un pugno di canzoni, dalla scrittura ineccepibile (very good!), suonate senza fronzoli ma scorbutiche, come un mulo da soma che scalcia. Il singer italiano è un cantante di razza, bravo nella stesura delle melodie ma sa essere leonino quando è chiamato a trascinare i cori, sfoderando una notevole potenza. Spero abbiate capito di quale pasta sia ‘Love & Glory’, un dischetto perfetto per risollevare l’umore delle giornate più storte: stay rock’n’roll.

Stefano Giacometti

Formazione:

John Dallas – Voce, Chitarra Ritmica

Tom Angeles – Chitarra Solista

Black Sam Carbo – Basso

Andy Palermo – Batteria, Tastiere

john dallas love & glory recensione
  • 01. Anymore
  • 02. Bad Sister
  • 03. Drive Me Tonight
  • 04. Glory
  • 05. John Dallas
  • 06. Love Never Dies
  • 07. Dancing All Night
  • 08. I’ll Be Waiting
  • 09. Shine On
  • 10. Lovers
  • 11. Wasted
Previous

Neruda, suggestioni fra amore e solitudine

30 anni e non sentirli: 8 album da ricordare dal 1991

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial