Nastri d’Argento 2020: la premiazione il 6 luglio al MAXXI di Roma

| | ,

Come era stato già annunciato: niente Teatro Antico di Taormina per i Nastri d’Argento 2020. I premi saranno consegnati il prossimo 6 luglio al museo MAXXI di Roma. La padrona di casa sarà ancora una volta Anna Ferzetti

Come era stato ricordato durante i David di Donatello 2020, quella appena trascorsa non è stata di certo una stagione semplice per il settore creativo e culturale. Per questo il Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici ha deciso di organizzare una serata diversa e unica nel suo genere. Un evento che, quest’anno più che mai, riesca a celebrare le maestranze dello spettacolo, i lavoratori “invisibili” che, solitamente, compaiono unicamente nei titoli di coda ma hanno un ruolo fondamentale e insostituibile all’interno delle produzioni cinematografiche.

Non saranno quindi solo gli attori e i registi i protagonisti dei Nastri d’Argento 2020, ma grande spazio sarà dedicato anche ai tecnici e agli artigiani per cui l’augurio è soprattutto di poter tornare presto al lavoro e riaccendere i set e le luci in sala.

Ad Anna Ferzetti è stato affidato – ancora una volta – l’onere di condurre la serata in diretta dal museo MAXXI. Che, come i più appassionati sapranno, è la tradizionale sede romana dei Nastri e istituzione attenta a ogni linguaggio della creatività del nostro tempo, trasformato per l’occasione in un inedito set. La premiazione sarà inoltre trasmessa in diretta su Rai Movie.

Nastri d'Argento 2020

Nel corso della serata, a cura di Laura Delli Colli per i Giornalisti Cinematografici che producono l’evento, verranno inoltre consegnati, oltre ai tradizionali premi, il Nastro dell’anno per Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, che premia il regista, i produttori (Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar e Paolo Del Brocco per Rai Cinema) e lo straordinario protagonista Elio Germano (con un Nastro collettivo per l’intera squadra dei collaboratori tecnici).

Ma anche il Nastro alla carriera a Toni Servillo e alcuni riconoscimenti speciali tra i quali il Nastro europeo, il Nastro della legalità, il Premio SIAE per la sceneggiatura e il Nuovoimaie destinato dallo scorso anno ai doppiatori professionisti e i Premi “Guglielmo Biraghi” e “Graziella Bonacchi” per i più giovani protagonisti dell’anno.

Previous

Il mio Alberto Sordi

La cerimonia degli Oscar 2021 slitta al 25 aprile

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial