Venezia 77: Matt Dillon nella Giuria Internazionale del Festival

| | ,

Matt Dillon è ufficialmente entrato a far parte della Giuria internazionale di Venezia 77 , presieduta dalla collega Cate Blanchett. L’attore contribuirà ad assegnare il Leone d’Oro per il miglior film

L’attore statunitense Matt Dillon entra a far parte della Giuria internazionale della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, in programma dal 2 al 12 settembre 2020 (qui la line up). Il suo ruolo va a sostituire quello del regista rumeno Cristi Puiu, impossibilitato a partecipare a Venezia 77. La Biennale ha ringraziato il cieneasta per aver a suo tempo accettato l’incarico e per la sensibilità dimostrata nel tentativo di tenere fede all’impegno assunto, anche quando sono emerse impreviste difficoltà.

Questa la composizione definitiva della Giuria internazionale di Venezia 77:

Cate Blanchett – presidente (Australia), attrice
Matt Dillon (Usa), attore
Veronika Franz (Austria), regista e sceneggiatrice
Joanna Hogg (Gran Bretagna), regista e sceneggiatrice
Nicola Lagioia (Italia), scrittore
Christian Petzold (Germania), regista e sceneggiatore
Ludivine Sagnier (Francia), attrice

Chi è Matt Dillon?

La carriera cinematografica di Matt Dillon si estende per tre decenni dimostrando l’ampia gamma del suo talento, dai ruoli drammatici alla commedia. Dillon ha espresso la sua grande versatilità nella performance dell’arresto nell’acclamato film di Paul Haggis Crash (2005), interpretando un poliziotto razzista. Con questo ruolo ha ottenuto le nomination all’Oscar, al Golden Globe, allo Screen Actors Guild Award, ai Critics Choice Award e ai Bafta, vincendo l’Independent Spirit Award. Inoltre, ha conquistato uno Screen Actors Guild Award e un Critics Choice Award insieme agli altri interpreti.

A partire dalla sua sorprendente performance ne I ragazzi della 56a strada (1983), fino alla esilarante interpretazione di un ossessivo investigatore privato in Tutti pazzi per Mary (1998), Dillon ha dimostrato di essere uno degli attori più eclettici della sua generazione. Oltre a essere un attore affermato, Dillon ha scritto il film con cui ha debuttato come regista, City of Ghosts (2002), interpretato da Gérard DepardieuStellan Skarsgård e James Caan. Di recente Dillon ha diretto un documentario, attualmente in post-produzione, su un cantante soul cubano, El Gran Fellove.‎

Previous

Panther: lo spiazzante ritorno dei Pain of Salvation

Berlinale: dal 2021 i premi “Gender-Neutral”. Niente più miglior attore e miglior attrice

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial