Tra Diabolik e Dampyr – Quando il fumetto italiano diventa cinema

| |

Se è vero che il legame tra cinema e fumetto più stretto di quel che possiamo pensare, è innegabile che il successo del Marvel Cinematic Universe abbia aperto prospettive fino a diversi anni fa davvero impensabili. L’idea di portare al cinema personaggi cartacei del panorama fumettistico italiano è una sorta di chimera, tra rari successi e dimenticabili prodotti. Eppure sembra che qualcosa si stia muovendo, con diverse novità all’attivo in questi mesi, tra Diabolik, Sergio Bonelli Editore e molto altro. Ma andiamo con ordine.

Un film dedicato al ladro più celebre dello Stivale era nell’aria da tempo, ma l’annuncio del cast ha donato forti speranze al pubblico. In primis, il protagonista, interpretato da Luca Marinelli. L’attore ha infatti conquistato il pubblico nostrano con le sue abilità negli ultimi anni, regalando personaggi già iconici, come lo Zingaro in Lo Chiamavano Jeeg Robot, e conquistando la Coppa Volpi con Martin Eden alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia. Ben più di una garanzia. Eppure accanto avrà interpreti ugualmente di nota qualità, quali Miriam Leone nei panni di Eva Kant e Valerio Mastandrea nei panni dell’ispettore Ginko. Dietro la cinepresa? I Manetti Bros. Tanti buoni motivi per aspettare con grande attesa l’arrivo del film nelle sale, per ora sembra nel 2020.

diabolik

Così, se da un lato Diabolik continua a sfrecciare nelle strade italiane durante le ripresedella pellicola. Sergio Bonelli Editore ha presentato in grande stile, al recente Lucca Comics & Games, la nascita del proprio universo cinematografico (già annunciato lo scorso anno), chiaramente ispirato ai fumetti della casa editrice italiana. A debuttare sarà Dampyr, la serie thriller fantasy che ha superato i trecento numeri. Le riprese sono iniziate in Romania proprio durante i giorni della fiera, precisamente il 31 Ottobre. La pellicola è coprodotta da SBE, Eagle Pictures e Brandon Box, e vede la direzione di Riccardo Chemello, mentre sarà interpretato da attori internazionali: nello specifico troveremo Wade Briggs nei panni di Harlan, Stuart Martin in quelli di Emil Kurjak, mentre Frida Gustavvson darà il volto a Tesla. Per ora non sono note ipotetiche date di rilascio per il film, anche se è ipotizzabile vederlo in sala tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021.

Tra Diabolik e Dampyr - Quando il fumetto italiano diventa cinema 1

Diabolik e Dampyr promettono di essere esperienze interessanti, anche in virtù del trarre ispirazione da fumetti seriali italiani, e non da singoli racconti come nel caso di 5 è il Numero Perfetto, recente film con Servillo, tratto dall’omonima Graphic Novel di Igort. La speranza, per gli amanti del genere, è nel vedere un vero e proprio apripista in questi progetti, cavalcando l’onda di un fenomeno, quello della trasposizione cinematografica, che negli ultimi anni ha visto una nuova età dell’oro per i supereroi statunitensi.

Tra Diabolik e Dampyr - Quando il fumetto italiano diventa cinema 2
Previous

The Batman – Matthew McConaughey nel ruolo di Due Facce?

Sanremo Giovani, ecco la lista dei 20 semifinalisti

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial