Michael Malarkey – il nuovo singolo è “Shake the Shiver”

| |

Musicista e attore poliedrico, Michael Malarkey ci regala un’altra dose di musica americana indipendente con “Shake The Shiver“, il secondo singolo estratto dal suo secondo album integrale “Graveracer” in uscita il prossimo 10 gennaio 2020. Noi di Shockwave vi raccontiamo com’è nato.

Michael Malarkey

Scritto da Michael durante le riprese del Progetto Blue Book, “Shake The Shiver” è stato concepito su Arturia KeyStep (tastiera portatile) – che combina il sequenziamento dei passi con il controllo da tastiera – per sovrapporre i suoni e le melodie che desiderava prima di entrare in studio per registrarli nuovamente, anche se alcuni dei suoni demo originali è arrivato al taglio finale.

Il nome forse non vi dirà niente, ma ha interpretato per anni il carismatico Enzo nella serie televisiva della CW The Vampire Diaries e il Capitano Michael Quinn nella serie televisiva Project Blue Book prodotta da Robert Zemeckis e trasmessa dalla rete televisiva History. Il talento britannico-americano ha contemporaneamente coltivato un corpus di lavori che lo hanno affermato come un talento su più fronti, distintivo e accattivante, conquistando il pubblico sia nella musica che nelle più grandi arene di recitazione.

Le versioni precedenti, incluso l’album di debutto “Mongrels”, hanno visto il supporto di pubblicazioni internazionali rispettate, tra cui Metro, Billboard, Classic Rock e The Guardian. “Shake The Shiver” è il progetto più allettante di Michael e, con un nuovo album in arrivo, un tour internazionale, una nuova stagione di Project Blue Book in onda nel Regno Unito nell’inverno 2020, l’anno prossimo è destinato ad essere un anno ricco di soddisfazioni.

Michael Malarkey ha annunciato un ricco tour europeo. Controllate le date qui sotto!

 11 gennaio @ Cafe La Danse, Parigi

13 gennaio @ Zappa, Anversa

14 gennaio @ Melkweg, Amsterdam

15 gennaio @ Luxor, Colonia

17 gennaio @ Little Vega, Copenhagen

18 gennaio @ Nalen Klubb, Stoccolma

19 gennaio @ Parkeateret, Oslo

21 gennaio @ Nochtspeicher, Amburgo

22 gennaio @ Das Bett, Francoforte

23 gennaio @ Bi Nuu, Berlino

24 gennaio @ Proxima, Varsavia

25 gennaio @ Roxy, Praga

27 gennaio @ Durer Kert, Budapest

28 gennaio @ Orpheum, Graz

29 gennaio @ Randal Club, Bratislava

31 gennaio @ Gate, Milano

01 febbraio @ Strom, Monaco

03 febbraio @ Caribbean Club, Kiev

05 febbraio @ 16 Tons, Mosca

06 febbraio @ The Place, San Pietroburgo

07 febbraio @ Antiga Fabrica Estrella Damm, Barcellona

08 febbraio @ Moby Dick, Madrid

Tamara Santoro
Previous

Il Cavaliere di San Biase all’ex-Gil di Campobasso [Recensione]

The Witcher – Una serie da guardare?

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial