Hide and Seek: in prima visione assoluta la serie thriller di produzione ucraina

| |

Dal 7 febbraio andrà in onda ogni domenica su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) alle 21.20, in prima visione assoluta, Hide and Seek, acclamata serie thriller di produzione ucraina scritta da Simor Glasenko e diretta interamente da Iryna Gromozda.

Mentre gioca a nascondino con suo padre, la piccola Alina scompare misteriosamente nel nulla. Ma non è l’unica! Una serie di sparizioni di minori sta gettando la città nel panico portando la polizia a pensare che si tratti dell’azione di un rapitore seriale. La conferma arriva quando un video viene recapitato alla polizia: la bambina è in una gabbia e tiene un cartello su cui sono riportati quattro numeri. Il caso viene affidato all’ispettore Varta Naumova, appena trasferita da un altro distretto, a cui è affiancato il giovane ispettore Maxim Shumov. Entrambi dovranno fare i conti con diversi fantasmi del loro passato e agire velocemente, prima che il rapitore faccia una nuova mossa.

Salutata come la prima serie thriller di produzione ucraina, Hide and Seek si è fatta apprezzare in numerosi festival dedicati alla serialità con l’entusiasmo di molta stampa specializzata come Variety che ha definito la serie di Iryna Gromozda “creativa e con una storia originale”.

Gli elementi che contraddistinguono Hide and Seek dalle altre serie noir europee risiedono soprattutto nell’atmosfera plumbea esaltata dalla fotografia di Serhiy Krutko che predilige toni blu, grigi e verde metallico; ma il tocco di classe è rappresentato dall’architettura post-industriale di stampo sovietico che caratterizza Enerhodar, location dell’intera serie nell’Ucraina sud-orientale.

Ad innalzare la qualità c’è poi la coppia di detective che indaga sul caso, interpretati dall’esordiente Yuliya Abdel Fattakh e dalla star del piccolo schermo Vyacheslav Dovzhenko, entrambi costruiti con originalità per dar vita a personaggi borderline, immersi in una dimensione privata non meno complessa del caso che sono chiamati a risolvere.

Previous

Il Riff di Marco Mengoni continua il suo viaggio

Spore: il thriller noir di Alessia Di Giovanni nell’Italia del 1987

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial