One Direction – 23 luglio 2010 / 23 luglio 2020

| | ,

Ricorre oggi il 10° anniversario dalla nascita di una delle boy band più famose al mondo. Sto parlando dei One Direction.

Nonostante siano in pausa da ormai qualche anno e ognuno di loro ha preso la propria strada, una ricorrenza così importante non poteva essere ignorata. Prima di parlarvi di quello che è accaduto oggi, noi di Shockwave Magazine vorremmo ripercorrere i passi di una delle band più affermate nel panorama musicale mondiale.

“L’importante non è vincere ma partecipare.”

Pierre deCoubertin

2010 – 2012

Nel loro caso è stato proprio così. Nel 2010 i membri della boy band britannica si presentano ognuno per conto suo alle audizioni di X Factor. Ma Simon Cowell decide di dargli una possibilità e di dare vita ad una band. E così Liam Payne, Harry Styles, Zayn Malik, Niall Horan e Louis Tomlinson non possono prevedere il successo che arriverà dopo. Si classificano terzi, al contrario delle aspettative che li davano per vincitori.

One Direction

Il 19 agosto 2011 pubblicano il loro primo singolo, What Makes You Beautiful, seguito da numerosi successi tutti contenuti nell’album di debutto, Up all Night. L’album stesso, con più di 100.000 copie vendute, dà il titolo anche al primo tour che attraversa tutta la Gran Bretagna, che è stato poi racchiuso anche in un DVD.

Esplodono poi in Italia grazie alla loro partecipazione come ospiti al Festival di Sanremo del 2012 e si esibiscono anche nella cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Londra nello stesso anno.

A settembre 2012, i One Direction pubblicano Live While We’re Young, singolo che anticipa l’uscita del loro secondo album Take me Home. Seguono poi Little Things, Kiss You e One Way or Another.

2013 – 2015

Nel 2013 gli One Direction si esibiscono live per la prima volta in Italia.

L’anno successivo invece per gli One Direction è il turno del tour negli stadi, anticipato da cinque singoli e da un docu-film. Ricordo ancora oggi quel 29 giugno 2014 quando feci una follia e presi un aereo direzione Milano, perché non potevo assolutamente perdermelo.

One Direction
One Direction – Live a San Siro (2014)

Il 17 novembre esce negli store fisici e digitali Four, il quarto album appunto degli One Direction. Anticipato da due singoli e seguito da uno speciale registrato a Roma e da un tour mondiale. Le voci di una possibile crisi erano già in circolo da tanto tempo, ma il 25 marzo 2015 arriva la conferma. Solo che a lasciare la band, al contrario di quello che tutti si aspettavano, è Zayn Malik e non Harry Styles. Quest’ultimo era quello più papabile secondo il pubblico che potesse lasciare la band perché era colui che aveva più speranze di sfondare nella scena musicale anche da solista.

Ciononostante, i One Direction non si perdono d’animo e continuano la loro attività in quattro. E hanno fatto bene. Il 31 luglio infatti esce Drag me Down, e il singolo ha un successo senza precedenti. Rispetto agli altri infatti rappresenta un vero e proprio cambio di rotta, resosi necessario dopo l’abbandono di uno di loro. Made in the A.M. è il loro quinto album in studio seguito da singoli quali Perfect, Infinity e History.

“You and me got a whole lot of history

We could be the greatest team

That the world has ever seen

You and me got a whole lot of history

So don’t let it go, we can make some more

We can live forever”

Estratto tratto da “History”

2016 – oggi

Dal marzo 2016 i One Direction dichiarano di volersi prendere un periodo di pausa, fino ad oggi mai interrotto. Ciononostante le speranze di una possibile reunion non sono mai morte.Intanto i quattro membri hanno intrapreso strade diverse, ognuno si dedica al sound musicale che più gli si addice e, chi più chi meno, ognuno di loro ha ottenuto successo ed è riuscito a farsi un nome anche da solista.

Immagino però, che come per tutte le band, ci sia sempre stato un membro che vi ha colpito di più per le sue doti canore, il suo timbro o per una caratteristica particolare. Personalmente il mio è sempre stato Harry Styles. Da solista, secondo me, ha potuto ampiamente dare sfogo al suo potenziale, trovando la sua strada e dimostrando di avere tutte le carte giuste per diventare un artista di grande successo e cimentandosi persino nel cinema.

Torniamo ora ai festeggiamenti. Tutto è cominciato ieri, quando sui profili social è stato pubblicato un post che ricordava l’anniversario e che lasciava intendere l’organizzazione di qualcosa di speciale per l’occasione.

https://www.instagram.com/onedirection/

E così dopo mesi, se non anni, i One Direction tornano a farsi sentire. L’idea regalo per i fan che non li hanno mai abbandonati è un sito in cui saranno presenti in ordine cronologico gli eventi che si sono succeduti durante la loro carriera, sia come band che come solisti. Inoltre, i One Direction hanno pensato di aggiungere anche singoli inediti, contenuti speciali, video e retroscena esclusivi, il dietro le quinte di tanti spettacoli televisivi. Qui il link: https://1d.lnk.to/10YearsOf1DWebsiteIA

Scommetto che anche voi avete una vostra band nel cuore. Non importa se si sono sciolte, se i membri sono scomparsi o se continuano la loro attività normalmente, voi trovereste comunque un modo per seguirli o per portarli sempre con voi. Ecco per me sono stati loro, sono ancora loro e lo saranno per gli anni a venire. Perché non ha senso rinnegare quello che è stato, quei sentimenti, quelle sensazioni, faranno sempre parte di noi. Ci hanno reso quelli che siamo oggi.

Tamara Santoro
Previous

Metalcore of the decade: la top 10 dei migliori album metalcore degli ultimi dieci anni

Imperial Triumphant – Alphaville [Recensione]

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial