Consigli e Sconsigli – le serie tv di maggio

| |

È quando è in fiore il muro nero
è quando è in fiore lo stagno bruno,
è quando fa le rose il pruno,
è maggio quando tutto è in fiore.

Tra antistaminici e piogge primaverili, abbiamo continuato le nostre maratone sulle serie tv: eccola la lista di maggio!

MASTER OF NONE: Questa volta saranno solamente 5 i capitoli presenti nella serie. A far da protagoniste in Master of None – Moments of Love troviamo Denise, alla quale è stato dedicato anche l’episodio “Thanksgiving” (S.2 Ep. 8), e sua moglie Alicia trasferitesi lontano dalla caotica Londra. Ansari ha esplicitamente affermato che Master of None è il continuo di tutto, un’esplorazione di tutti i personaggi presenti nel suo lavoro e non solo di Dev a cui sono stati dedicate le prime due stagioni; è un’analisi a trecentosessanta gradi in modo da far emergere i caratteri di ogni personaggio portando avanti la loro trasformazione e crescita. VOTO: 9

IL METODO KOMINSKY: Qualcuno se ne va – qualcuno resta. Sarà questa la novità nella terza stagione. Come avevamo già visto dal trailer rilasciato da Netflix ad andarsene sarà Norman, amico e spalla di Sandy. La serie riuscirà a mantenere alto il livello anche senza Alan Arkin? Sì. Sorprendentemente sì. Tutto rimane immutato ma con l’aggiunta di una grande assenza, un vuoto che episodio dopo episodio si cerca di sconfiggere con la quotidianità. E tra le quotidianità di Sandy c’è come sempre la sua scuola di recitazione, l’appiglio di cui ha bisogno, il suo salvagente che in tutte e tre le stagioni – ma qui ancor di più – viene in suo soccorso. VOTO:10

JURASSIC WORLD NUOVE AVVENTURE: Basato sul romanzo di Michael Crichton, questa serie tv per bambini (e non solo) di sicuro ha suscitato varie opinioni tra gli amanti della trilogia anni 90. In ogni episodio sono ripresi sia avvenimenti di Jurassic Parck che di Jurassic World; un’animazione 3D molto valida che grazie a inquadrature dettagliate regala suspance e coinvolge lo spettatore. Un consiglio per i vecchi fan. VOTO: 8

CLOSE ENOUGH: Rilasciata da poco la seconda stagione. Protagonisti due giovani genitori e la loro piccola figlia. In questa serie tv vengono narrate le bizzarre vicende dei due trentenni e dei due loro amici – inquilini. Sulla scia di F is for family, Close enough riesce a prendere la nostra attenzione sia per la sua contemporaneità, sia per l’alternanza di temi seri con temi demenziali. VOTO: 7

THE CROWN: Costumi, scenografia, fotografia, ambientazioni, colonna sonora, regia accurata e dettagliata, ricostruzione storica e recitazione di alto livello. Ritroviamo tutto questo, e un po’ di più, nella quarta stagione di una delle serie migliori in circolazione. In cabina di comando c’è sempre lui, il geniale e mastodontico Peter Morgan, ideatore e produttore di The Crown. VOTO: 8

SPECIAL: Special è la serie tv che racconta la storia di Ryan, un ragazzo disabile che ha deciso di essere più indipendente e di uscire dal guscio materno. A primo impatto può sembrare una serie che non ha nulla di nuovo da offrire ma episodio dopo episodio è possibile notare quanto la vita di Ryan sia difficile e piena di ostacoli. Non è una serie che ha bisogno di molta attenzione anche avendo, allo stesso tempo, tematiche importanti. VOTO: 6

SEXIFY: Nuova serie tv originale Netflix. Già dal titolo è possibile immagine su cosa verterà la serie. Natalia è un’ambiziosa studentessa dell’università di Varsavia. Il suo scopo è creare un’applicazione originale e utile che le faccia vincere un premio universitario. Di sicuro quelle che emerge è la chiusura polacca su alcuni argomenti, i quali porteranno problemi a Natalia e alle sue amiche. VOTO: 5.5

RAGNAROK: Basata sulla mitologia normanna, Ragnarok è la storia di Magne, un semplice ragazzo proveniente da un piccolo paesino della Norvegia. Magne ben presto scoprirà di avere poteri soprannaturali e di essere in realtà Thor. Nella nuova stagione la storia continua a svilupparsi dando spazio a nuovi personaggi. Una narrazione lenta ma che non annoia, anzi, giusta per descrivere ogni particolare. VOTO: 8

Beatrice Sacco
Previous

Michela Giraud: annunciate le date dello spettacolo “La Verità, nient’altro che la verità lo giuro!”

Dal Giffoni Young al Festival del Cinema Italiano “Il vestito”: una favola moderna sul Ddl Zan

Next

Un commento su “Consigli e Sconsigli – le serie tv di maggio”

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial