Le pagelle della seconda serata di Sanremo 2021

| |

Dopo la prima serata, arriva l’editoriale di Shockwave Magazine sulle pagelle della seconda serata del Festival di Sanremo 2021. Ecco a voi i voti!

Orietta Berti – Quando ti sei innamorato

Dopo 29 anni torna a Sanremo, e lo sottolinea appena salita sul palco. Un testo autobiografico, una melodia tradizionale, una voce intonata, il che non è scontato. VOTO: 6

Bugo – E invece sì

Dopo essere stato “meme” per un anno, il cantautore torna all’Ariston per riprendersi la sua rivincita. Una bella canzone che ricorda Battisti con un ottimo arrangiamento. Peccato per l’interpretazione confusa. VOTO 6,5

Gaia – Cuore amaro

L’unica “amica di Maria” all’Ariston. Una canzone dal sound portoghese, nel suo stile. Ma non convince, almeno al primo ascolto. VOTO 5

Lo Stato Sociale – Combat Pop

Un brano fatto di citazioni e omaggi. Ritmo coinvolgente e testo ironico. Spopolerà in radio. VOTO 6

La Rappresentante di Lista – Amare

Per la prima volta a Sanremo per lasciare il segno. Veronica e Dario si fanno trovare pronti con un pop raffinato di alta qualità. Una bella canzone, accompagnata da un’interpretazione convincente. VOTO 6,5

Malika Ayane – Ti piaci così

La classe e la delicatezza salgono sul palco. Lei è vocalmente impeccabile, come sempre. Canzone da riascoltare. VOTO 6

Ermal Meta – Un milione di cose da dirti

Per la prima volta il cantautore porta all’Ariston una ballad. E convince. Il brano è un manifesto romantico e delicato. Una canzone rassicurante. VOTO: 7

Extraliscio feat. Davide Toffolo – Bianca Luce Nera

Una contaminazione di stili che va dal liscio al rock, dall’elettronica al pop. Un brano dalle sonorità gitane che piace. VOTO 6,5

Random – Torno a te

L’Ariston è troppo per la sua giovane età. Troppo impreciso. VOTO 5

Fulminacci – Santa Marinella

Grandi aspettative per uno dei nuovi cantautori della “scuola romana”. Ma il brano non prende del tutto. Da riascoltare Voto: 5,5

Willie Peyote – Mai dire mai

Un testo tra il sarcastico e il letterario. Un groove inconfondibile e un ritmo incessante. Grande padronanza scenica. Ottimo esordio. VOTO: 7

Gio Evan – Arnica

Il suo stile è sicuramente riconoscibile. Un testo interessante, ma l’interpretazione lascia molto a desiderare. Dress code da rivedere in todo. VOTO 5,5

Irama – La genesi del tuo colore

Per la prima volta nella storia del Festival un’esibizione registrata. Un brano elettro-pop energetico, ma cantato in diretta sarebbe andata diversamente. VOTO: 5,5

Isabella Insolia
Previous

Sanremo 2021: seconda serata, live report

“Soulmates”, il ritratto di un futuro distopico che ricorda Black Mirror

Next

Un commento su “Le pagelle della seconda serata di Sanremo 2021”

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial