Goethe, drammaturgo brillante e scrittore poliedrico

| | ,

Johann Wolfgang von Goethe nasceva oggi, 271 anni fa a Francoforte, uno dei più grandi scrittori tedeschi di tutti i tempi, che con le sue opere di teologia, filosofia e letteratura contribuì al pensiero occidentale sull’umanesimo e sulle scienze.

Definito genio precoce non solo per la sua cultura ma per la sua acuta intelligenza verbale, Goethe infatti risulta essere l’autore con il più ampio vocabolario di sempre contando il triplo dei vocaboli di Shakespeare, si reca a Lipsia a soli 16 anni per studiare legge. Impara facilmente le lingue, approfondisce le materie più disparate dall’arte alla medicina, dalla teologia alla mineralogia da cui era affascinato, tanto che la goethite si ispira proprio al suo nome.

Per gli appassionati di letteratura tedesca e la letteratura da viaggio, quella goethiana è un must imperdibile e una tappa fondamentale.

Per chi si volesse avvicinare per la prima volta a questo autore, ecco gli scritti fondamentali:

  • I dolori del giovane Werther, pubblicato nel 1774 ebbe un successo enorme che mise l’autore in testa del movimento dello Sturm und Drang e che ebbe un forte impatto su Ugo Foscolo, ispirandolo per le “Ultime lettere di Jacopo Ortis”
  • Il Faust, dramma in versi. Faust è un personaggio tratto da una leggenda tedesca del XVI secolo. Pieno di simbolismi la vicenda faustiana contiene vari motivi e vede come protagonista il dottor Faust che annoiato e deluso dalla vita si da allo studio della magia e che stringe un patto con il diavolo, anelando la conoscenza.
casa goethe roma

E cosa dire dei luoghi che hanno fatto da sfondo alla vita dell’autore?

Una tappa, la prima in ordine cronologico, è senza dubbio la casa natia al numero 23 della Hirschgrabene a Francoforte, danneggiata nel bombardamento del 22 marzo 1944 e ricostruita seguendo lo stile dell’architetto Theo Kellner. Ognuno dei tre piani vi farà rivivere nel dettaglio passo dopo passo la storia della sua vita, tramite arredi ed effetti personali disposti rispettando l’arredo originario.

La seconda tappa è tutta nostrana, si trova infatti a Roma. L’odierno museo-Biblioteca “La casa di Goethe”, è stato inaugurato nel 1997. Quì soggiornò Goethe durante il suo viaggio dal 1786 al 1788 insieme a Johann Heinrich Wilhelm Tischbein e altri artisti tedeschi. Mostre permanenti e mostre temporanee vi accoglieranno lasciandovi a bocca aperta all’ingresso della raccolta bibliotecaria. La casa di Goethe è luogo quindi di incontro artistico, scientifico e culturale con numerose prime edizioni delle opere di Goethe e un ricco fondo di letteratura critica.

Previous

Willie Peyote, l’intervista all’artista dall’outfit giusto

Non Svegliate lo Spettatore: Lino Guanciale racconta Flaiano. Tra Tenco, Fellini e aneddoti personali

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial