Formula 1 d’autore: pagelle del GP di Gran Bretagna

| |

Sul circuito di Silverstone, in Gran Bretagna, è andata in scena la storia per due volte. La prima con il nuovo format del week-end di gara di Formula 1, la seconda con la presentazione di quella che sarà la macchina da F1 nel 2022.

In Gran Bretagna è nata la Formula 1, proprio sul circuito di Silverstone, e quindi quale posto migliore per potere presentare un nuovo format di week-end di gara, la “demo” di quella che sarà l’auto da F1 nel 2022 e soprattutto una gara che possiamo definire storica? Una gara interrotta dalla bandiera rossa causata dall’incidente tra Max Verstappen (andato a muro) e Lewis Hamilton, e che, una volta ripresa, ha visto vari duelli, di cui quello principale tra Charles Leclerc e lo stesso Hamilton, quest’ultimo poi è riuscito a prendere la vittoria a pochi giri dalla fine.

Formula 1

Per quanto riguarda la “nuova era” della Formula 1 meglio aspettare la prima gara del 2022, mentre è bocciato in seduta stante il format della sprint race come qualifica. Idea noiosa quella della mini gara al sabato per stabilire la griglia di partenza della domenica, che non mantiene la promessa di “mischiare le carte”. Molto meglio il format che ormai conosciamo, che quest’anno si sta dimostrando emozionante e pieno di colpi di scena. Altra cosa da sottolineare, ancora una volta la FIA si dimostra incapace di reagire, ed essere una vittima della lotta tra Mercedes e Red Bull.

Tanti in duelli in pista e spettacolo in pista, ma purtroppo sono sempre i soliti a spiccare e sempre i soliti a poter essere considerati “flop”. Ma va bene così, lo spettacolo c’è lo stesso

Lewis Hamilton (Mercedes) & Max Verstappen (Red Bull) – L’involuzione della Specie (Linea 77): alla fine è accaduto quello che doveva accadere in questa lotta per il mondiale, è arrivato il contatto, ma non quello “minimo” in cui al massimo si rompe un’ala. Questa volta è arrivato quello grave, quello in cui uno dei due è stato costretto al ritiro, e come mi aspettavo è stato causato tutto da Hamilton che osa troppo nel tentativo di superare una macchina superiore e manda a muro (e all’ospedale Max Verstappen, per fortuna senza conseguenze gravi). Purtroppo non è l’evoluzione del duello, anzi, si può parlare di involuzione, visto che ora tutti e due andranno più cauti, essendo arrivati già al picco.

Charles Leclerc (Ferrari) – Sono un Ribelle Mamma (Skiantos): quella a Silverstone è la più grande ribellione fatta da Charles Leclerc fin’ora. Una ribellione contro una macchina si migliorata ma comunque inferiore alla Mercedes, una ribellione verso un circuito non proprio adatto alla Ferrari e contro l’accontentarsi di un quarto posto in qualifica ed un secondo posto in gara.

Formula 1

George Russell (Williams) – Non sei Tu (Gazzelle): in qualifica la sua Williams sembra tutt’altra macchina, tanto da arrivare per la seconda volta di fila in Q3. Ma in gara George Russell sembra scomparire, sembra quasi che non sia lui a causa delle partenze sbagliate e di una macchina che sembra non reggere una gara completa. Inutile esultare per quello che fa in qualifica se poi in gara non è lui.

Prima della pausa estiva la Formula 1 correrà in Ungheria, per quello che potrebbe essere un week-end quasi decisivo per il duello tra Verstappen ed Hamilton, e positivo per le prestazioni della Ferrari che si è sempre dimostrata valida sui circuito “lenti”.

Formula 1 d'autore: pagelle del GP di Gran Bretagna 1
Previous

Capitan sciabola e il diamante magico, l’anteprima al Giffoni Film Festival 2021

Blubar Festival 2021, annullato il concerto dei Jethro Tull a causa Covid

Next

Lascia un commento