Barcellona la città caliente

| |

È una delle capitali europee più amate, soprattutto dai giovani, Barcellona ha il fuoco dentro e custodisce inestimabili tesori.

Uno dei film di maggiore successo di Woody Allen vede come protagonista proprio la città spagnola di Barcellona, così noi di Shockwave Magazine abbiamo pensato che valesse la pena raccontarvelo.

Il film di cui parliamo è Vicky Cristina Barcelona risalente al 2008 che vede protagonisti stelle del cinema internazionale: Javier Bardem, Scarlett Johansson, Rebecca Hall e Penelope Cruz. A quest’ultima il film gli è valso l’Oscar per la migliore attrice non protagonista.

Barcellona

Due giovani ragazze americane, amiche fin dai tempi dell’università, Vicky e Cristina, decidono di passare l’estate a Barcellona ospitate da una lontana parente. Così trascorrono i primi giorni ad ammirare le architetture di Gaudì, finché una sera vengono invitate ad una mostra d’arte, dove intravedono un pittore spagnolo che incontrano anche poco dopo in un ristorante. Il suo nome è Juan Antonio e propone alle due ragazze di seguirlo a Oviedo, per un weekend passionale. Cristina è subito attratta da lui, mentre Vicky è riluttante ma alla fine accetta di accompagnare l’amica.

Una volta arrivati a destinazione, dopo aver trascorso una giornata alla scoperta delle tipicità culinarie e dei simboli iconici della città, Juan Antonio, arrivata la sera propone alle ragazze di raggiungerlo in camera, dopo aver bevuto più di un calice di vino. Vicky rifiuta, prossima al matrimonio, mentre Cristina accetta. Sedotta dal pittore, scatta il primo bacio, ma Cristina si sente male, probabilmente a causa di un’intossicazione alimentare, ed è costretta a rimandare la notte di passione.

Il giorno dopo, mentre Cristina tenta di recuperare le forze stando a riposo, l’artista spagnolo e Vicky escono per le vie della città e approfondiscono la propria conoscenza, che culmina durante la notte. Ma la loro relazione, se così si può definire, non ha né capo né coda mentre tra Cristina e Juan Antonio scatta la scintilla.

A destabilizzare la loro storia d’amore è l’arrivo di Maria Elena, ex moglie di Juan Antonio, detestata ma anche idolatrata dal pittore. La donna infatti è mentalmente instabile, e dopo aver tentato il suicidio, viene ospitata dal marito. Complice del loro rapporto burrascoso anche il fatto che Maria Elena accusi Juan Antonio di aver copiato il suo stile, essendo anche lei un’artista.

La presenza di Cristina però stabilisce una sorta di equilibrio dal punto di vista artistico e passionale tra i due ex coniugi, tanto da far nascere un ménage à trois.

Un giorno Cristina dice ai due amanti che deve interrompere questa relazione senza futuro proprio perché la sua vita è piena di incertezze e una storia complicata non è certo un’aggiunta che semplifica le cose. Maria Elena reagisce malissimo a questo cambiamento, tanto da andare via. Vicky intanto è convolata a nozze, ma una sera incontra Juan Antonio ad una festa, complice di una sua amica che l’ha invitato perché convinta che Vicky sia infelice. Juan Antonio, sempre alla ricerca di una notte di fuoco invita Vicky a casa sua e lei accetta nascondendolo al marito.

Arrivati a casa, i due iniziano a baciarsi, ma ricompare Maria Elena che rimane destabilizzata dalla presenza dell’ultima conquista dell’amante. Così provoca una furiosa lite tra i due e un colpo di pistola finisce per ferire Vicky alla mano.

La ragazza si rende conto di quanto i due siano pazzi e ritorna dal marito, inventando una scusa per l’incidente.

Mentre Cristina, intraprende di nuovo la sua ricerca dell’amore impossibile con una nuova consapevolezza dopo l’ultima relazione infuocata: il suo animo è troppo sfuggevole per trovare una condizione che la soddisfi a pieno e che sia duratura.

Vi forniamo una lista delle maggiori attrazioni di Barcellona, che riuscirete a visitare anche in un solo weekend:

Sagrada Familia

Barcellona

È l’attrazione più famosa di Barcellona, una basilica progettata dall’architetto Antoni Gaudì, un monumento estremamente grande, talmente tanto che i lavori di costruzione non sono ancora terminati. 

Parco Guell

Barcellona

Si estende per 17,18 ettari, nato anch’esso dalla mente brillante di Gaudì, presenta giardini e straordinari colori che ricoprono gli elementi architettonici che vi lasceranno senza fiato.

La Pedrera

Barcellona

Chiamata anche Casa Milà, è l’ennesimo capolavoro di Gaudì, e custodisce al suo interno opere d’arte dal valore inestimabile.

Casa Batlò

Barcellona

Per la sua forma curiosa è considerata una delle creazioni più originali di Gaudì. Dal 2005 è un sito entrato a far parte dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

La Rambla

Barcellona

Se volete fare una passeggiata per apprezzare al massimo l’atmosfera caliente, la vostra prossima tappa è La Rambla. Un viale più di un chilometro, dove troverete numerosi negozi, per non parlare di bar e ristoranti dove è possibile consumare le famose tapas, una tradizione culinaria tipica di Barcellona.

Barrio Gotico

Barcellona

Probabilmente questa parola l’avrete già sentita in una delle hit di Mahmood, e significa quartiere. In questo caso però facciamo riferimento al centro storico, dove non sarete disturbati dal traffico cittadino, e potrete ammirare le più antiche costruzioni della città.

Museo Picasso

Barcellona

È il museo più vistato della città dedicato al pittore originario di Malaga, ma che si trasferì a Barcellona fin da giovane. All’interno del museo, attraverso le sue opere viene messo in evidenza il rapporto che Picasso costruì con la città spagnola, un rapporto solido fino alla morte.

Camp Nou

Barcellona

Se siete dei tipi sportivi, e appassionati di calcio, non solo quello italiano, a Barcellona avrete la possibilità di visitare lo stadio di proprietà della squadra della città.

Tibidabo

Barcellona

È un parco divertimenti, perfetto se avete dei bambini con voi.

La Barceloneta

Barcellona

Se deciderete di visitare Barcellona durante la bella stagione, non potrete fare a meno di fare un salto in spiaggia. Il posto migliore per farlo è il quartiere marinaro, la Barceloneta.

Tamara Santoro
Previous

Un viaggio nel mondo dei bookblogger con erigibbi

La Nouvelle Saison 2020 – 2021, indetto dall’Associazione Culturale Allostatopuro

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial