Il Veneto di Un passo dal cielo

| |

Se l’anno scorso vi avevamo portati con noi in Trentino Alto Adige, quest’anno Un passo dal Cielo si è spostato in Veneto e allora noi lo abbiamo seguito.

Un passo dal cielo è infatti una delle poche serie a poter vantare un connubio perfetto tra trama e ambientazioni che vanno di pari passo e che contribuiscono ad intensificare la sensazione di trovarci in un paradiso terrestre.

Vincenzo Nappi (Enrico Ianniello), con la figlia Mela, Huber (Gianmarco Pozzoli) e Isabella (Jenny De Nucci), si sono trasferiti a San Vito di Cadore. Francesco (Daniele Liotti), che non è più un forestale, progetta di guidare un branco di lupi in Slovenia, realizzando il sogno di Emma (Pilar Fogliati), che nel frattempo ha sposato, ma che è morta per la sua malattia. Decide però di fermarsi in paese per indagare sul tentato omicidio della misteriosa Dafne Mair (Aurora Ruffino), collegato alla riapertura di una vecchia miniera, e, inaspettatamente, anche alla morte di Emma.

Nappi si è fidanzato con la ricca Elda (Anna Dalton), ma l’incontro/scontro con Carolina (Serena Iansiti) fa vacillare le sue certezze; da Napoli torna Manuela (Giusy Buscemi), chiamata a prendere decisioni importanti sulla sua vita, come quella di realizzare il sogno di diventare poliziotta. Fra lei e Francesco, ancora legato al ricordo della moglie, sboccerà l’amore.

A fare da cornice alle storie dei protagonisti della sesta stagione della serie ci pensano i panorami incontaminati del nord Italia, ed in particolare situati in Veneto. Nello specifico quelli di Belluno e del Lago Misurina che prendono il posto della Val Pusteria e del Lago di Braies.

La baita sul lago

Diciamoci la verità: guardando Un passo dal cielo almeno una volta abbiamo desiderato di poter trascorrere un giorno o almeno qualche ora a respirare aria fresca e godere della pace dei sensi nella baita in cui vive Francesco Neri. Quella dell’ultima stagione è incastonata nel panorama mozzafiato delle Cinque Torri nelle magnifiche Dolomiti bellunesi.

La caserma di polizia

Veneto
Il lago di San Vito di Cadore, su cui si affaccia anche il commissariato di polizia.

Anche Huber e Vincenzo, la coppia di agenti più divertente che si sia mai vista, devono trasferirsi. Lo faranno presso il comune di San Vito di Cadore, che si trova ad una decina di km da Cortina d’Ampezzo. Il lago di San Vito di Cadore, detto anche Lago Mosigo, è un luogo incantato di rara bellezza, attorno al quale si sviluppano percorsi di nordic walking, ma nella vicina località Mondeval è stato ritrovato lo scheletro di un cacciatore preistorico vissuto 7000 anni fa, ‘l’uomo di Mondeval’, conservato nel Museo di Selva di Cadore.

Cortina d’Ampezzo

Veneto
Vista su Cortina D’Ampezzo.

Considerata la regina delle Dolomiti, Cortina D’Ampezzo è certamente una delle mete più belle e da visitare in Veneto. Questo è un luogo circondato da altissime vette, tra cui le Tofane, che fanno parte dell’enorme comprensorio delle Dolomiti, con panorami e scenari da fiaba che rendono magica ogni permanenza. Cortina, inoltre, è un piccolo gioiello che si divide tra antichi monumenti, chiese e castelli, dove i monti fanno sempre da sfondo

I paesaggi montani

Il Veneto di Un passo dal cielo 1
Le celebri Tre Cime di Lavaredo, uno dei paesaggi più suggestivi che il Veneto offre ai suoi turisti.

Sono tanti altri gli scorci mozzafiato che la macchina da presa ha ripreso per portare il tutto nelle case dei telespettatori amanti della fiction. Qui infatti si possono riconoscere alcune scene che mostrano le strade di Padola, frazione di Comelico Superiore in provincia di Belluno, ultimo comune Veneto prima di arrivare al confine con l’Austria. Questo splendido paese si trova all’ombra delle Dolomiti, Patrimonio Unesco che al tramonto assumono colori che sfumano dal rosa al rosso.

Non mancano i paesaggi di Auronzo di Cadore che hanno come cornice le Tre Cime di Lavaredo. E ancora svetta il Monte Piana o Monte Piano, montagna delle Dolomiti di Sesto. Con la sua posizione strategica e la sua altezza di 2.324 metri sulla cui cima passa il confine tra il Veneto e la provincia di Bolzano e che coincide con la frontiera che, nel 1753, separava la Repubblica di Venezia con l’Impero austriaco, è una delle mete più attraenti delle Dolomiti da cui ci può ammirare il panorama a 360 gradi.

Lago di Misurina

Veneto
Vista parziale del Lago di Misurina.

Altra meraviglia incastonata tra le nobili Dolomiti è il Lago di Misurina. Uno specchio d’acqua che cambia aspetto a seconda della stagione in quanto d’inverno si ghiaccia completamente diventando calpestabile. Attorno a questo si sviluppano alcune delle vette più incredibili delle Dolomiti: le Tre Cime di Lavaredo, il Sorapiss, i Cadini e il Cristallo.

Lago di Antorno

Veneto
La vista sul Lago di Antorno.

Tra i nuovi set della fiction Un passo dal cielo c’è anche questo delizioso specchio d’acqua poco distante dal più famoso Lago di Misurina. Lo si incontra lungo la strada che porta al Rifugio Auronzo e alle Tre Cime di Lavaredo. Da qui partono diverse escursioni tra cui il Sorapiss, il Monte Piana e la catena dei Cadini di Misurina.

Tamara Santoro
Previous

Francesco Patanè – vi racconto il mio Gabriele D’Annunzio

La Guerra di Domani: recensione

Next

Lascia un commento