Cinema – Tra Drive-In e Streaming

| |

Tra i tanti settori danneggiati dall’attuale pandemia c’è il mondo del cinema, inteso come esperienza cinematografica. Le sale, in Italia e in gran parte del mondo, sono infatti chiuse da marzo, con la conseguenza da un lato di rinviare almeno al prossimo autunno l’uscita di molti film molto attesi, (basti pensare a Mulan e a Black Widow, ma anche al nuovo episodio di Ghostbusters, che vedrà la luce solo nel 2021), mentre dall’altro troviamo i gestori delle sale, che si trovano in grande difficoltà, con un mercato attualmente fermo e che, anche nel caso di una riapertura precoce, vedrebbe l’ostacolo sia dei timori di contagio, sia dell’assenza di nuove uscite.

Cosa sta accadendo al mondo cinematografico? Cerchiamo di parlarne, tra ipotesi concrete e suggestivi ritorni.

Cinema - Tra Drive-In e Streaming 1

Cinema – Il ritorno dei Drive-In?

Si fa un gran parlare del ritorno dei Drive-In, un modello strettamente statunitense ma che negli anni ha avuto un discreto successo anche nel suolo italiano, seppur rimanga un gradevole sospiro di nostalgia legato a un mondo ormai passato. Potrebbero essere i Drive-In la soluzione al problema Covid-19?

Probabilmente no. Se è vero che effettivamente diminuisce la possibilità di contagio, non è un qualcosa attuabile ovunque, per una serie di costi non indifferenti, tra cui lo spazio: per ospitare lo stesso numero di persone di una sala servirebbe uno spazio notevole, col risultato anche di dover ampliare l’eventuale schermo. Ma non solo: se è vero che si tratta comunque di un qualcosa di realizzabile (se già è stato fatto ciò significa che si può replicare), ciò andrebbe a scontrarsi con le esigenze degli attuali gestori delle sale cinematografiche, che si vedrebbero danneggiati da una nuova concorrenza in un momento decisamente difficile. I distributori davvero rischierebbero di inimicarsi una intera categoria?

Certo è che se il Drive-In potrebbe non essere la scelta migliore per le nuove uscite, discorso diverso si può fare per la riproposizione di film già andati nelle sale (come spesso avviene nelle località turistiche, con cinema all’aperto che in estate ripropongono i film della stagione cinematografica precedente). Qualcuno avrà il coraggio di tentare davvero l’impresa di questo ritorno agli anni ’80?

cinema

Cinema – La minaccia dello streaming?

Diverso è il caso dello streaming. Alcuni film sono arrivati in Italia direttamente sulle piattaforme di streaming, con o senza costi aggiuntivi (basti pensare a Bombshell, arrivato su Amazon Prime Video senza alcun sovrapprezzo). Ma se il caso italiano è comprensibile (la chiusura dei cinema è arrivata prima rispetto al resto del mondo occidentale, col risultato di cancellare l’uscita di film che hanno comunque visto le sale internazionali), la vera polemica è nata Trolls World Tour, il nuovo film animato di Dreamworks, distribuito da Universal.

La casa di distribuzione ha infatti optato per un rilascio globale digitale, in formato on demand, su varie piattaforme in tutto il globo, rendendolo così acquistabile e saltando per le ragioni che tutti conosciamo l’uscita cinematografica. Il film si è rivelato un vero e proprio pioniere, ottenendo un grande successo. Successo che ha scatenato una forte polemica tra Universal e AMC Theatres.

AMC è infatti la principale proprietaria di cinema negli Stati Uniti, e il successo online di Trolls World Tour ha messo sul chi va là il settore, timorosi che le case di distribuzione possano decidere, in questo periodo, di tentare la via dello streaming, riuscendo ugualmente a incassare e bypassando le sale cinematografiche. Oltre al danno la beffa, insomma. Per questo AMC ha preso una decisione decisamente forte: nel caso in cui tale modello di business continui, con addirittura una uscita contemporanea tra sala e on-demand, AMC non renderà disponibile nelle sue sale i film di Universal.

Quanto sta accadendo sembra anche un avviso verso il resto delle case di produzione e di distribuzione. Chi l’avrà vinta in questo periodo così difficile? Ai posteri l’ardua sentenza.

Cinema - Tra Drive-In e Streaming 2
Previous

La Vita Bugiarda degli Adulti, il romanzo di Elena Ferrante diventa una serie Netflix

L’Irlanda sul grande schermo e oltre

Next

Un commento su “Cinema – Tra Drive-In e Streaming”

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial