Formula 1 d’autore: pagelle del GP del Portogallo

| |

Anche in Portogallo la sfida principale in questa stagione di Formula 1, tra Verstappen ed Hamilton continua, anche se questa volta c’è molto meno agonismo rispetto alle prime due gare del mondiale. Un GP “piatto”, poco di contenuto e che per molte scuderie è stato bugiardo.

Dopo le prime due gare spettacolari, in Bahrain ed Imola, la Formula 1 torna ad essere “noia”, ed è un peccato per una pista spettacolare come quella di Portimao e di questo poco spettacolo ne risentono anche le varie lotte per le classifiche. La Mercedes torna ad essere quella del 2020, ma solo con Lewis Hamilton, con una Red Bull costretta ad inseguire senza mai infastidire il sette volte campione del mondo, mentre dietro si mantiene tutto molto calmo, tranne per piloti come Fernando Alonso e Daniel Ricciardo (autore di una grande rimonta).

Formula 1

Pochi duelli e pochi momenti salienti, tutto questo rende difficile decidere quali piloti meritino di essere nominati, ma ci proverò. Infondo la Formula 1, anche quando va tutto male, qualcosa di buono riesce ad offrirlo

Lando Norris (McLaren) – Fantasma (Linea 77): il giovane pilota inglese sembra aver deciso di essere quel pilota anonimo ma che riesce a portare a casa sempre buoni risultati. Lando Norris è un fantasma, nessuno si accorge più del suo essere in quinta posizione, un fattore positivo per far sì che diventi, insieme alla McLaren, uno dei top drivers nel futuro.

Charles Leclerc & Carlos Sainz (Ferrari) – Sad but True (Metallica): come dicevo all’inizio, per molti questo GP del Portogallo è stato un ritorno al passato, con risultati bugiardi per alcune scuderie. Ecco, una di queste scuderie è proprio la Ferrari, che sbaglia tutto fin dalle qualifiche per ritrovarsi con Charles Leclerc che si suda quella sesta posizione, ed un Carlos Sainz fuori dai punti a causa di una strategia sbagliata.

Formula 1

Fernando Alonso (Alpine) – Cattivo (The Zen Circus): non bastava fare una buona rimonta con la cattiveria che solo lui può dare, ma anche il team radio in cui dice “chi è il prossimo?”. Forse a Portimao la Formula 1 ha riavuto anche il Fernando Alonso cattivo.

Daniel Ricciardo (McLaren) – Ci Sono Molti Modi (Afterhours): ok, è facile partire dal fondo e rimontare con una McLaren, ma visto l’inizio di stagione di Daniel Ricciardo, molto al di sotto delle aspettative, questa rimonta non era scontata. Ed anche se arrivato nono porta a casa un buonissimo risultato.

Nikita Mazepin (Haas): nessuna canzone, il suo arrivare ultimo, ad un minuto dal penultimo classificato, è una cosa che va oltre qualsiasi “meme” o “canzone-voto”.

La Formula 1 tornerà subito in pista, già da questo venerdì, a Barcellona. Pista che presenterà un cambio di layout che la renderà più veloce ma probabilmente con meno punti di sorpasso.

Formula 1 d'autore: pagelle del GP del Portogallo 1
Latest posts by Marco Mancinelli (see all)
Previous

Massimo Ranieri, lo scugnizzo compie 70 anni

Summertime – a giugno la nuova stagione

Next

Lascia un commento

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial